Emanuele Filiberto: principe “nazionalpopolare”

Emanuele Filiberto a Sanremo con la canzone “Italia amore mio”. Perche’?

La stessa domanda, che ci si sarebbe dovuto porre per la sua partecipazione allo show del sabato sera “Ballando con le stelle” della scorsa stagione.

Sembrano tutti i momenti di un’unica strategia volta a fare diventare il principe Emanuele Filiberto il più “nazionalpopolare” possibile, affinche’ possa essere facilmente riconosciuto e apprezzato dalla piu’ vasta platea di italiani possibile.

Che il principe abbia intenzione di candidarsi in futuro alla guida del Paese e, dunque, stia perseguendo una progetto di lungo periodo per accreditarsi come  futuro uomo di governo?

Semplice considerazione di uno spettatore che non sa vedere una cosa senza chiedersi il motivo degli atti di una persona.

Oggettivamente, se non fosse valida l’interpretazione fatta precedentemente, che c’entra Emanuele Filiberto con Sanremo o Pupo, con tutto il rispetto? Niente, a prima vista, ma se ha  bisogno di diventare “Nazionalpopolare” allora va benissimo lo show del sabato sera, Sanremo e tutto cio’ che si vorra’ far venire dopo.

Del resto la canzone sembra l’inno di un partito futuribile e il suo testo le parole di una ipotetica discesa in campo del Principe per concorrere al governo del Paese, e poi l’immagine dell’esponente di Casa Savoia, il quale, sul palco di Sanremo, canta di non “avere paura di dire davanti a Dio Italia amore mio, ha il suo impatto simbolico e, potenzialmente, puo’ colpire l’immaginario dell’italiano medio.

Ben altro impatto avrebbe la circostanza che, in caso di elezioni politiche, il discendente della famiglia, che uni’l’Italia , si candidasse al governo del Paese.

Ripeto. Sono solo mie elucubrazioni mentali, senza alcuna pretesa di verità o altro. Solo il futuro potra’ dire se si tratta di pensieri giusti o completamente sballati.

Ma se Emanuele Filiberto è andato a Sanremo, un motivo ci sarà….non certo diventare cantante..almeno spero.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *