Evasione fiscale da spiaggia

evasioneStabilimenti balneari, locali in riva al mare, alberghi, ristoranti, night club. Nessuno sfugge agli attuali controlli del fisco alla ricerca di evasori fiscali.

Credereste che il 70% degli stabilimenti di Rimini dichiara circa 10’000 Euro?

O al fatto che in alcuni ristoranti in controlli durati due ore si sono avuti incassi superiori a quelli dichiarati in un giorno intero?

Parcheggiatori abusivi, business dei matrimoni in nero, lavoratori non in regola e tante altre strane abitudini sembra siano la regola, in base al quadro risultante dai controlli.

Sono già diversi milioni di euro le somme non dichiarate e quindi contestate alle attività dei litorali monitorati, una decina le persone non in regola come contratto di lavoro, e diverse le indagini in corso per altre decine di milioni di euro sfuggiti al controllo statale.

Va detto inoltre che quanto rilevato rispecchia una minima parte del problema, si calcola siano miliardi di euro i mancati introiti a causa degli evasori fiscali.

Insomma, nemmeno in Estate l’evasione va in vacanza. Semplicemente, si sposta in spiaggia.

Ma questa volta la guardia di finanza ha aperto gli occhi, e almeno per qualche tempo, i finti poveri non la faranno franca.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *