Facebook ancora sotto accusa per violazione privacy

Da sempre, Facebook, il social network più famoso del mondo, si è trovato a fare i conti con la privacy dei propri utenti.

Memorizzando all’interno dei proprio archivi le informazioni più disparate riguardanti i suoi utilizzatori si è resa necessaria una riorganizzazione del sistema per tutelare tali informazioni.

Poco tempo fa, Facebook, modificò per l’ennesima volta le impostazioni per la privacy, affermando che, con il nuovo sistema, ogni utente poteva scegliere cosa condividere e con chi. Finalmente sembrava che il caso privacy fosse risolto. Purtroppo, però, non è stato così.

Oggi, infatti, Facebook è di nuovo sotto accusa per la violazione della privacy dei propri utenti. Alcune applicazioni che milioni di utenti utilizzano quotidianamente su Facebook (Farmville, per esempio) preleverebbero dagli archivi del social network alcune informazioni senza l’autorizzazione dell’utente.

Possiamo immaginare il danno provocato da questo “prelievo”. Le nostre informazioni, infatti, potrebbero essere utilizzate per scopi commerciali oppure per monitorare le nostre abitudini.

Facebook si è già messo in moto per intercettare e bloccare immediatamente le applicazioni incriminate… vediamo come evolverà la situazione e speriamo che, in futuro, i nostri dati vengano tutelati al meglio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *