Facebook apre alle coppie di fatto

Facebook, la nazione virtuale apre alle coppie di fatto. Non più solo: “single”, “sposato”, “fidanzato”, “impegnato in una relazione complicata” o “aperta”, “vedovo”, “separato” o “divorziato”.

Da oggi due nuove opportunità per dichiarare il proprio stato sentimentale sono disponibili sulla bacheca del socialnetwork: “in a civil union” e “in a domestic partnership”, riconoscendo in questo modo le unioni civili e le coppie omosessuali.

Le due opzioni, difficilmente traducibili nella nostra lingua,per ora, non sono disponibili per l’Italia. Attualmente soltanto Stati Uniti, Canada, Francia, Australia e Regno Unito potranno beneficiarne.

Con i suoi circa 600 milioni di utilizzatori, Facebook, ha ormai un’importante responsabilità sociale: “Oggi – scrive Barrios Jarrett , presidente Glaad – Facebook ha lanciato un messaggio chiaro in favore delle coppie omosessuali rivolto agli utenti di tutto il mondo”.

Nell’Ottobre del 2010, Facebook in collaborazione con Glaad e altre organizzazioni nazionali, hanno dato vita ad un progetto denominato “Network of support”, un’iniziativa che lavorerà per combattere il cyberbullismo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *