Facebook salva un ragazzo da 25 anni di carcere

Pubblicazione1Un giovane di New York accusato di rapina a mano armata è stato assolto grazie alla sua pagina di Facebook che gli ha fornito un alibi.

Rodney Bradford ha trascorso dodici giorni in prigione, accusato da due persone che abitavano vicino la sua casa a Brooklyn.

Ma il diciannovenne è stato rilasciato, dopo che la polizia ha riscontrato sul sito di social networking, un messaggio che  attestava la presenza del ragazzo a casa del padre ad Harlem.

Nel messaggio postato un minuto prima della rapina, destinato alla sua ragazza incinta,  il giovane chiedeva dov’era il suo “pancake” per la colazione. Il  procuratore ha fatto cadere le accuse dopo le perizie di esperti informatici; che hanno accertato che il messaggio è stato digitato dalla tastiera del Pc del padre, e da alcuni testimoni che dichiaravano la presenza del giovane nella casa paterna.

Sua madre, Ernestina Bradford, ha dichiarato: “Facebook ha salvato mio figlio da venticinque anni di carcere. Di solito noi riprendiamo i nostri ragazzi per l’uso sconsiderato dei PC, questa volta se non fosse stato per Facebook mio figlio non sarebbe qui”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *