Ferrari: idea Perez

All’indomani dell’inatteso quanto spettacolare successo firmato Fernando Alonso nel Gran premio della Malesia, l’inebriato tifo rosso e non solo matura un solleticante pensiero. Nella giornata della massima esaltazione del talento del pilota iberico,  si manifesta l’altra faccia della medaglia della scuderia di Maranello, ovvero l’assoluta inadeguatezza a ricoprire il ruolo di compagno di squadra del campione di Valencia da parte dello spento Felipe Massa.

Il pilota brasiliano è ormai da un lunghissimo periodo incapace di offrire prestazioni appena accettabili. Nei primi due gran premi dell’attuale stagione il gap rispetto al compagno di scuderia è aumentato a dismisura. Mentre Alonso lotta e, nonostante un potenziale tecnico limitato, riesce a conquistare punti fondamentali per il prosieguo della stagione il pilota brasiliano è lontanissimo dalla zona punti, appare demotivato, estraneo al clima agonistico necessario per ben figurare in qualsiasi competizione sportiva.

Se a questa amara constatazione si aggiunge la piacevole sorpresa offerta dal secondo gradino del podio malese, che ha visto protagonista il messicano Sergio Perez, che ha addirittura sfiorato la clamorosa rimonta ai danni proprio di Fernando Alonso.

La promessa centroamericana, già nel giro Ferrari, ha mostrato doti non comuni nel gestire una situazione complessa come quella verificatasi nella gara di Sepang. Grinta, coraggio, sensibilità di guida, capacità di individuare velocemente i limiti della sua monoposto in condizioni estremamente variabili, hanno fatto scattare la pazza idea.

Data l’assoluta inconsistenza di Felipe Massa, non sarebbe il caso di lanciare questo giovane fenomeno direttamente alla guida di una monoposto rossa? Potersi avvalere della vicinanza di un campione come Alonso porterebbe ad una maturazione un talento che già mostrato enormi potenzialità. Sarà la dirigenza Ferrari a dover scogliere il nodo gordiano, ma è presumibile che se il pilota brasiliano continuasse a deludere, la carta Perez potrebbe materializzarsi molto presto.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *