Fini, casa di Montecarlo: per i giudici non c’è truffa

E’ stata scritta la parola fine anche dal punto di vista giudiziario alla tormentata vicenda della casa di Montecarlo.

Secondo il procuratore di Roma, non ci sono gli estremi per procedere sul reato di truffa, ipotizzato nell’inchiesta della capitale.

La vicenda che era partita dalle notizie del quotidiano “il Giornale” (fam. Berlusconi) spalleggiato dal quotidiano “Libero” che ha intrapreso una serrante campagna di stampa contro il Presidente della Camera, Gianfranco Fini.

Campagna fatta di scoop più o meno dubbi, ma anche dell’acutizzazione all’ennesima potenza di notizie minimali come il disegno della cucina e testimoni che indicavano una generica signora “bionda” davanti alla casa.

Il presidente Fini era stato costretto a spiegare in un video messaggio la sua posizione, dicendo che di aver fiducia nella magistratura, ma anche di riservarsi azioni legali, dopo il chiarimento ufficiale che è avvenuto oggi. Sicuramente tutto questo polverone ha gettato fumo negli occhi al popolo italiano, nascondendo i problemi reali nel paese, questo deve far riflettere il mondo dell’informazione, e la politica. La “guerra” però non è finita e ora ci si deve aspettare forti azioni da parte di Fini, e sicuramente ancora spargimento di veleni da parte di taluna informazione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *