Finisce a reti inviolate tra Napoli e Villareal

Finisce a reti inviolate l’andata dei sedicesimi di finale di Europa League tra la squadra partenopea e gli spagnoli del Villareal.

Un Napoli intraprendente non riesce a scardinare la difesa di un solido Villareal. Quindi la qualificazione è rimandata al ritorno, in programma giovedì prossimo a “El Madrigal”.

Al San Paolo c’erano più di 50.000 spettatori che hanno incitato la squadra per tutti i 90 minuti e che erano ansiosi di assistere ad un’altra straordinaria prestazione dei loro beniamini. Ma stavolta non è bastato il tifo, il Villareal ha resisto e ha portato a casa un prezioso pareggio.

Il primo tempo è piuttosto equilibrato, con il Napoli che prova a rendersi pericoloso. Ma non punge. A creare problemi alla difesa partenopea è invece Nilmar che impegna De Sanctis nelle battute iniziali. Dall’altra parte ci prova Cavani in un paio di occasioni, ma viene anticipato da un attento Diego Lopez.

Ci prova anche Campagnaro da lontano, ma sul finire del primo tempo ci riprova Cavani che però ritarda il tempo della conclusione e permette al Villareal di salvarsi. Il Napoli si lamenta anche per un rigore negato dall’arbitro: Borja Valerio tocca il pallone con il braccio su un traversone di Maggio.

Il secondo tempo inizia nello stesso modo in cui era finito il primo; diverse fiammate da parte di Cavani e Lavezzi alle quali risponde Nilmar, ma poca concretezza. Inesistente, invece, la stella del Villareal Rossi.

Il primo vero sussulto arriva al 71′ quando Borja Valerio fa tremare il San Paolo con una conclusione pericolosa ma un minuto più tardi gli azzurri trovano la rete con Cavani. Peccato che l’uruguagio fosse in fuorigioco al momento della battuta di testa; il goal viene annullato. Nel finale il Napoli cala e al 90′ Borja Valerio ci prova ancora con una violenta conclusione, ma De Sanctis è bravo e salva i suoi.

Al 94′ viene espulso Aronica per doppia ammonizione, reo di aver trattenuto troppo energicamente Ruben; così si conclude il match. Finisce dunque 0-0 ed il ritorno si annuncia combattutissimo. Solo fra 7 giorni vedremo chi la spunterà.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *