Fondi: fallito attentato a coordinatore del Comitato contro la mafia

Ieri notte, alcuni ignoti hanno tentato di incendiare due auto appartenenti al coordinatore del Comitato per la lotta contro la mafia Bruno Fiore.

Stando a quanto dichiarato dallo stesso Fiore, ieri notte alle 23:30 circa, dopo essere rientrato a casa da una riunione politica, è stato chiamato da una vicina, allarmata dalla forte puzza di benzina che si sentiva nell’aria.

Le due auto di Fiore parcheggiate sotto casa sono state ritrovate con le ruote e la carrozzeria cosparse di benzina. Sul tergicristalli è stato ritrovato un innesco con stracci imbevuti di alcol e a pochi passi di distanza una tanica di benzina da venti litri.

Immediata la solidarietà del segretario del PD, Dario Franceschini a Fiore, che ricopre anche l’incarico di segretario comunale del  partito a Fondi: “Esprimo la mia solidarietà a Bruno Fiore per l’attentato incendiario mancato d’un soffio alla sua auto.

Quello che è avvenuto è un segnale allarmante del clima di intimidazione che la criminalità cerca di imporre a Fondi. Nelle scorse settimane ho manifestato in quella città, insieme a tanti cittadini onesti e ad esponenti di altre forze politiche, perché venisse sciolta la giunta e il consiglio comunale di Fondi che, anche a giudizio del prefetto di Latina Bruno Frattasi, sono infiltrati dai clan camorristi.

Il governo è stato debole e ambiguo, ha rinviato a lungo e alla fine ha permesso l’inganno delle dimissioni dei consiglieri di maggioranza nel tentativo di salvarsi dallo scioglimento e magari di ricandidarsi”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *