Forze dell’ordine: i nuovi clienti delle prostitute?

Sembra proprio che Brescia sia una delle città più all’avanguardia nella lotta contro il mondo del sesso a pagamento sulla strada.

Famose sono le ordinanze prese dalla maggiornanza del centro destra contro il fenomeno della prostituzione sia per il cliente sorpreso con la prostituta sia per le prostitute.

I clienti infatti non solo dovranno corrispondere ad una sanzione pecuniaria ma si vedranno anche sequastrare l’auto con il rischio di rimanere a piedi e dover dare delle spiegazioni, magari alla moglie.

Le prostitute non solo non percepiranno, come ovvio, alcun denaro per la prestazione resa, ma faranno la stessa fine dell’auto.
Promotore di tutto ciò è il vicesindaco leghista, Fabio Rolfi.

Tutto ciò sembrerebbe  rassicurante per i cittadini bresciani che forse finalmente non vedranno più i cigli della strada cinti da signorine poco e mal vestite.

Tutto ciò parrebbe essere soltanto un  sogno dal momento che  più volte sarebbero state avvistate pattuglie di forze dell’ordine in servizio che si appartavano, non curanti di nulla con delle prostitute,come se non sapessero che la prostituzione è un realto.

Detto ciò mi sembra ovvio come ancora una volta le parole non corrispondano ai fatti e ancora le tanto celbrate ronde che fine hanno fatto?sono mai esistite?

2 Comments

  1. adelina 26 settembre 2010
  2. Franco 21 ottobre 2010

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *