Fotografia: arte per tutti. (o forse no!)

Tutti possiamo riuscire a fare belle fotografie? Oggi,di sicuro,tutti possiamo riuscire a scattare qualcosa che nella maggior parte dei casi si avvicina all’intenzione che avevamo nella testa quando abbiamo premuto il pulsante di scatto.

Questo,solo grazie ai progressi che la tecnica ci ha regalato però!!! Invece,per quanto riguarda il fotografo??? Perché spero sarete d’accordo con me nel dire che una bella fotografia è il prodotto di una macchina fotografica,utilizzata sapientemente e non solo impugnata come arma di offesa estetica!

Quindi, non tutti ma in molti,possiamo acquistare una fotocamera e scattare; ancora meno,possiamo dedicare tempo allo studio del funzionamento dell’oggetto che abbiamo in mano, della storia della fotografia,della composizione,dell’arte figurativa eccetera eccetera. Quanti riusciranno a sviluppare una percezione personale che attraverso conoscenze tecniche,trasformerà la luce in arte? O anche solo in foto di matrimoni in cui lo sposo e la sposa non sembrino sempre dei puntini in lontananza,con le teste mozzate su vari lati! Non voglio rispondere,potrei voler improvvisamente decidere di non scattare più foto.

A giudicare dalla moltitudine di scatti che ormai intasano la rete,forse non è un bene che scattare, rispetto a 50 anni fa,sia più accessibile, sia economicamente,sia praticamente.

E proprio nel momento in cui ci accingiamo a caricare su Facebook, l’album di 180 foto delle nostre vacanze al mare,dovremmo chiederci se abbiamo fatto del nostro meglio per regalare al prossimo immagini che lo interesseranno oppure abbiamo passato quindici giorni a collezionare compulsivamente le immagini che avevamo davanti agli occhi.

Un fotografo vero,si riconosce,secondo me,dalla sua capacità di osservazione e cattura. Per questo,dubito di chi propone alla mia attenzione più di due scatti per soggetto. Credo che l’indecisione nel non saper scegliere tra più scatti,praticamente identici tra loro,dovrebbe sempre far riflettere su quanto attentamente abbiamo osservato prima di fare una foto. Il nostro cervello ha bisogno di godere,attraverso la vista,di uno splendido panorama e poi mettere mano alla fotocamera per immortalare la propria visione. Portare a casa un solo scatto dopo una intera giornata passata ad osservare,è una conquista,non un fallimento.  Si possono tuttavia fare tanti scatti,oggi,senza pellicola,con le sorprendenti capacità di memoria delle card digitali, fotografare non è più una spesa. Questa benedizione dobbiamo godercela! Ma dobbiamo fare un patto con noi stessi: “porta a casa tutti gli scatti che vuoi ma seleziona solo i migliori,per le proiezioni con i parenti!!!!!”

Una fotografia perfetta può essere ammirata per ore,per secoli; 10 fotografie insignificanti, accantonate in 10 secondi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *