Giornata di palpitazione in borsa

Ieri per le borse Mondiali è stato un giorno da palpitazioni.

Il cuore degli addetti finanziari deve essere galoppato a più non posso mentre le borse oscillavano tra il segno positivo ed un altro giorno di crollo vertiginoso.

Ma andiamo per ordine. Le borse europee aprono tutte col segno positivo, sicuramente di buon auspicio. Nella tarda mattinata, quasi in coincidenza col discorso di Tremonti alle commissioni di camere e senato, le borse cadono a picco.

Dopo il discorso del Ministro le borse rifiutano e tornano nuovamente positive. Ma non è finita qui. Infatti dalla Francia si sparge la voce che una delle loro banche più importanti BNP Paribas sia in difficoltà.

Ciò fa virare ancora una volta in negativo le borse. Come una manna dal cielo arriva l’apertura col segno positivo di Wall Street, il mercato finanziario americano, che dà nuova linfa all’Europa.

Così i titoli volano, tanto che l’FTSE MIB, l’indice di borsa italiano di maggiore importanza, guadagna oltre il quattro per cento. Una bella giornata per i mercati, non adatta però ai deboli di cuore.

Adesso però le riforme che il governo paventa devono essere approvate al più presto affinché i mercati tornino a fidarsi della nostra economia.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *