Giro d’Italia, Garzelli domina la cronoscalata di Plan de Corones

Tutti aspettavano Basso o Evans e invece è spuntato Stefano Garzelli.

La spettacolare cronoscalata prevedeva un’arrampicata di 12.9 km, di cu 5.3 di strada sterrata, e pendenze massime del 24%.

Ha vinto una vecchia volpe, la quale voleva lasciare un segno in questo Giro. Lo ha fatto nel modo più spettacolare nel suggestivo scenario di Plan de Corones abbracciato da un pubblico eccezionale.

Secondo si è classificato Cadel Evans.Il campione del mondo era il grande favorito ma si è dovuto arrendere ad un grintoso Garzelli, il quale vincitore di due edizioni del Giro, non si è rassegnato all’oblio dell’anonimato nonostante i suoi 37 anni.

Per quanto riguarda la classifica generale Ivan Basso è oggi secondo a 2.27 minuti da David Arroyo e si candida autorevolmente per la vittoria finale, anche se in corsa ci sono ancora Evans e, seppure in posizione più arretrata, CarloS sastre e Alexander Vinokourov.

La tappa di oggi ha detto un’altra cosa: il futuro del ciclismo italiano è già scritto: Vincenzo Nibali oggi è arrivato sesto a 1.01 minuti da Garzelli e in classifica generale è sesto a poco meno di 5 minuti; un grande protagonista, per completezza, talento e forza, oggi, probabile dominatore oggi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *