Gli 80 anni di Boncompagni

“La guerra mi ha fatto paura tutto il resto non è neanche paragonabile”;

“Quelli che si sposano, sono dei ”poveracci… chissa’ perche’ lo fanno. Come la tv, anche il matrimonio e’ destinato a tramontare”;

“La tv e’ finita, superata, come il prefisso 06. E’ stata soppiantata da internet”;

“In Rai non ci sono più i direttori, i funzionari. Non fanno più niente, non ci sono interlocutori. Molti non sanno leggere. Non puoi portare una proposta scritta, ma solo orale”.

“La Fornero mi ricorda la mia professoressa di italiano al liceo. Mi dava sempre ottimi voti. Era come la Fornero, che non dice mai cazzate. Lei va, fa, sa. E’ una con le palle”;

Per chi ha fatto tanto per la radio (Bandiera gialla e Alto Gradimento) per chi ha fatto il paroliere (Ragazzo triste di Patty Pravo, Il mondo di Jimmy Fontana), per chi ha “inventato” una televisione viva (Domenica in, Pronto Raffaella, Non è la rai) il minimo che si possa fare è rappresentare il suo pensiero. Parole mai banali, giudizi trancianti nulla di finto ma tutto vero come è sempre stato il suo personaggio. Auguri Gianni!!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *