Google e il Ministero dei beni culturali per digitalizzare le opere italiane

Google e il Ministero dei Beni Culturali hanno stretto un accordo molto importante. Google digitalizzerà e porterà online più di un milione di libri, tra quelli presenti nelle biblioteche nazionali scritti prima del 1868 non copertida diritto d’autore, a cominciare da quelle di Roma e Firenze.

Molti testi antichi e preziosi, non sono facilmente disponibili e per accedere ad essi bisogna fare una richiesta ufficiale e attendere. Certi testi non sono neanche consultabili da tutti ma solo dai ricercatori. Ora con questo accordo, Google porterà i libri della storia letteraria italiana online e consultabili da tutti.

Per arrivare a questo accordo ci sono voluti 9 mesi, anche se per fare tutte le scansioni Google ci metterà due anni circa e pare, abbia speso una somma di denaro non indifferente.

Il responsabile del ministero Mario Resca, ha dichiarato: “Se avessimo dovuto procedere noi alla digitalizzazione di una mole così vasta di libri avremmo speso un a cifra vicina ai 100 milioni di euro”. Accordi simili per libri sono stati stretti da Google anche in altri paesi come Spagna, Germania e Francia, ma questa è la prima volta che Google collabora con un ministero.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *