Google Moon : nuova versione per il 40esimo anniversario dell’allunaggio

Google non smette mai di sfornare delle novità ed in occasione del quarantesimo anniversario  dell’allunaggio presenterà a Washinghton la nuova versione di Google Moon alla presenza di Buzz Aldrin pilota dell’Apollo 11 che portò Amstrong ad essere il primo uomo a mettere piede sul nostro satellite e lui stesso ad essere il secondo.

Da qualche anno circolava una versione decisamente primitiva di questa applicazione che grazie alle foto satellitari e alle mappe fornite dalla Nasa permetteva di visionare la configurazione della Luna. La nuova versione però si avvallerà dei nuovi scatti del satellite lanciato dalla Nasa Lunar Reconnaissance Orbiter, che permetterà rappresentazioni tridimensionali e complete di tutto il satellite. In questo modo la Luna sarà a nostra completa disposizione visibile da ogni angolazione , sul nostro desktop del computer, e avremo la possibilità di visualizzare informazioni supplementari oltre che a nuovi scatti ,anche dal suolo, specialmente delle zone interessate dalla ricognizione delle sonde. Come già avveniva nella versione precedente sarà possibile localizzare esattamente i luoghi di tutti gli allunaggi, ma anche i nomi dei luoghi, dei crateri , delle montagne , dei laghi e continui collegamenti ipertestuali a documenti della Nasa.

Come già avvenuto per il fratello maggiore Google Earth, si preannuncia anche per Google Moon un clamoroso successo in tutto il mondo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *