Google News Italia e la sua neutralità? Sul web è dibattito!

google-newsGoogle News è il noto portale dell’informazione gestito da Google, nel nostro paese da Google Italia, che raccoglie un grandissimo numero di testate giornalistiche proponendosi come vero e proprio metamotore dell’infomazione.

In realtà, il servizio è frutto di una geniale interpretazione del web da parte di Larry Page e compagni, che hanno pensato bene di dare alle notizie il potere democratico di guadagnarsi la prima pagina. In che modo? Il modo è complesso, a tratti misterioso, per molti fazioso… andiamo a vedere perché…

Riguardo alle recenti polemiche scatenate dall’AntiTrust e dalla FIEG sul ruolo dominante di GN nel mercato delle News, personalmente, non mi dilungo. Penso che l’informazione debba essere accessibile nel modo più semplice e veloce possibile, e preferisco aprire Google News piuttosto che aprire le pagine di dieci quotidiani diversi. Tuttavia è la trasparenza di questo sistema a vacillare.

E così, riguardo ai meccanismi di funzionamento, GN Italia risponde: I nostri articoli vengono selezionati e classificati da computer che valutano, tra le altre cose, la frequenza ed il tipo di siti su cui l’articolo appare in rete. Di conseguenza, gli articoli vengono ordinati senza tener conto di punti di vista politici o ideologici.

In pratica Google News conferma la propria poca trasparenza omettendo di scrivere “tutti” i criteri che utilizza, semplificando con un gravissimo “tra le altre cose”.

E allora nel web si scatena il dibattito. Il Blog “Il Sofista e L’ignorante” si chiede: se nella classifica di visite ai giornali web (vedi classifica), “Il Giornale” di Vittorio Feltri è 18°, perché ha così importanza nelle prime notizie di Google News (il blog cita anche altre testate come “Il Tempo”, “TgCom”, “L’Occidentale” e “L’Unione Sarda”)?

Incuriositi dalla cosa, siamo andati a controllare. In effetti, oggi, martedì 1° Settembre, il “Il Giornale” ha la “prima pagina” (ossia l’articolo in grande) sulle seguenti notizie (calcolando soltanto le 3 principali notizie per argomento):

– “Ma con due calici non si è ubriachi”

– “Berlusconi attacca: “Se Repubblica insiste perde credibilità””

– “Stress e traumi per i bimbi nei Cie”

– “E topolino si mangia l’uomo ragno”

– “Derby Seedorf si leva il sassolino dalle scarpe: «Colpa mia? Macché»”

– “Querelato un telefilm: sembra una fiction invece è Materazzi”

Per carità, nulla vieta che questo sia il risultato della qualità dei suoi articoli, come afferma Google News di essere un sistema sintetico capace di premiare i contenuti… ma è giusto che ci sia dibattito sul tema importante della libertà di informazione, tema divenuto scottante proprio negli ultimi tempi, e da sempre ciò che distingue la rete web dalla rete televisiva.

I lettori cercano il modo di eliminare alcuni quotidiani dal servizio GN, ma non ci sono opzioni per personalizzare le News, come emerge nel dibattito fra gli utenti del gadget iGoogle di Google News: l’utente chiamato “Imparzialità, l’11 Marzo 2009 scrive:

Da qualche tempo avevo la sensazione che le News non fossero perfettamente “imparziali”, ma avessero la tendenza ad accontentare una precisa tendenza politica. Oggi ho avuto un’altra pesante conferma: nella mia “PRIMA PAGINA” su 8 notizie ben 6 sono tratte da un preciso quotidiano di Milano di proprietà di una persona molto importante che è anche proprietaria di 3 televisioni e ne controlla almeno altre 2… Al di là del fatto che reputo quel quotidiano non degno di essere neanche citato, chiederei meno giornali di partito e più agenzie, anche straniere. Grazie

La stessa richiesta viene inoltrata da altri utenti, come Luigi Ruju, memo87, Flavio Frontone, che parlano di una predominanza de “Il Giornale” di 8 notizie su 10.

Le risposte degli utenti di destra, redirigono la faziosità de Il Giornale a la Repubblica. Ma non è di faziosità che vogliamo parlare in queste pagine. Bensì della predominanza di un giornale all’interno di un meta-motore che molti definiscono democratico nella scelta degli articoli.

Ho raccolto in questa pagina alcune “voci del web”, ce ne sono altre, ma dilungherei troppo e inutilmente la questione. Emerge che Il Giornale ha una predominanza negli articoli di Google News, ma l’articolo non vuole accusare il suddetto quotidiano. Ci sono altre testate che meriterebbero la stessa analisi… sotto accusa è il sistema di Google News, e non sono io a farlo, ma i suoi utenti. Il dibattito su questo giornale può, in effetti, essere stato innescato e alimentato anche da semplici visioni politiche diverse, da antipatie partitiche, è bene dirlo. Perché spesso, e sopratutto in Italia, ci si lascia condizionare dalle diverse appartenenze politiche, arrivando a giudicare le persone solo per quello, figuriamoci i giornali. Pertanto la presenza di un giornale di maggioranza su Google News può essere alimentata agli occhi di un lettore di “opposizione”…

Data l’incapacità, del sottoscritto, di discernere la sua propria neutralità, lascio al lettore la possibilità di farsi un’opinione in proposito.

A risentirci… su Google News!

One Response

  1. Clelia 20 settembre 2009

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *