Google ricorda la nascita di Alessandro Manzoni

Google cambia ancora logotipo per rendere omaggio ad un altro personaggio italiano considerato dai responsabili della grande G uno dei più importanti della storia dell’Umanita’: Alessandro Manzoni.

Il logo e’ stato modificato in un foglio di carta con su scritto il nome del motore di ricerca con un carattere che richiama il motivo decorativo della copertina dell’edizione del 1840 de I Promessi Sposi completano il disegno una piuma verde ed un uccello bianco

Il grande romanziere italiano nacqua, infatti, il 7 marzo 1785 e Google vuole ricordare questro anniversario con il cambiamento del suo logo, come spesso sta avvenendo ultimamente in occasione di grandi eventi o iniziative simili: e’ di qualche giorno fa l’omaggio ad un altro grande gernio italiano:Antonio Vivaldi.

Alessandro Manzoni divenne il grande scrittore, ricordato ancora oggi, per un gran numero di opere immortali: tra il 1812 e il 1822 compose gli Inni sacri, cinque composizioni poetiche dedicate alle maggiori festività della Chiesa Cattolica: La Resurrezione, Il nome di Maria, Il Natale, La Passione,La Pentecoste. Nel 1821 scrisse le cosiddette “odi civili”: Marzo 1821, dedicata alle insurrezioni anti-austriache di quell’anno, e Il Cinque Maggio, composta di getto all’annuncio della morte di Napoleone Bonaparte.

Tra il 1816 e il 1822 scrisse inoltre due tragedie, Il Conte di Carmagnola (1816) e Adelchi (1822), frutto di un’attenta riflessione teorica sul teatro e sul genere tragico in particolare. L’opera più completa e matura di Manzoni è però il romanzo I Promessi Sposi, scritto in una prima versione (con il titolo Fermo e Lucia) tra il 1821 e il 1823; poi profondamente modificato dal punto di vista della narrazione e pubblicato nel 1827; infine ancora rivisto, solo nella forma linguistica, per la volonta’ dello scrittore di cercare una lingua accessibile agli italiani di varia origine e cultura Manzoni scelse come modello il fiorentino parlato dai contemporanei. Questa versione definitiva fu pubblicata a dispense tra 1840 e il 1842.

Notevole fu, anche, la produzione saggistica di Alessandro Manzoni, articolata in scritti critici, morali, storici e linguistici.

Resta lo spazio per una riflessione: Google rende omaggio a grandi personaggi della cultura del nostro Paese, a testimonianza della immortalita’ della loro opera. La stessa cosa non fa il l’Italietta dei giorni nostri.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *