Governo: i finiani confermano la sfiducia

Sembra svanire la possibilità di un dietrofront dei finiani sul voto di sfiducia al Governo Berlusconi, a patto che il premier si dimettesse e si procedesse, susccessivamente, al varo di un “Berlusconi bis”.

Il ministro della Giustizia Alfano, ha infatti negato che vi possa essere la possibilità di un reincarico a Berlusconi, dichiarando che “Non c’è nessun margine di trattativa sull’ipotesi basata sulle dimissioni del premier”.

Dal canto loro gli uomini di Gianfranco Fini hanno dichiarato che senza le dimissioni di Berlusconi, non può esserci che il loro sostegno alla mozione di sfiducia.

Intanto il Pd denuncia il mercinomio in atto da parte della maggioranza per comprare i voti necessari a restare in carica. Al riguardo il leader dell’Italia dei Valori Antonio Di Pietro, ha affermato che “Qualsiasi parlamentare si venda per 30 denari merita, parlando in modo metaforico, l’albero di Giuda”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *