Governo Papandreou licenzia 30mila dipendenti pubblici

Il governo greco, guidato da George Papandreou, ha da poco approvato ulteriori misure economiche richieste da Ue-Fmi-Bce per evitare il default.

Le nuove misure appena approvate prevedono il licenziamento di ben 30.000 dipendenti pubblici.

Con questo provvedimento, il Governo Papandreou potrà ottenere lo sblocco di una nuova tranche di aiuti di circa 8 miliardi di dollari.

Comunque, le preoccupazioni sono ancora molto alte perchè secondo gli ultimi dati, la Grecia non riuscirà lo stesso a raggiungere i target di bilancio richiesti e concordati con l’Unione Europea e il Fondo monetario internazionale per il 2011 e il 2012.

Anche le previsioni sul PIL della Grecia sono al di sotto delle rilevazioni precedenti, con il PIL in calo del 5,5%.

Una parte di questi 30mila dipendenti pubblici greci saranno messi in prepensionamento. Il Ministro delle Finanze, ha dichiarato di essere soddisfatto affermando che il rischio di default per la Grecia è stato scongiurato.

Comunque, possiamo affermare che nonostante le rassicurazioni, il destino della Grecia resta appeso ad un filo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *