Grande Fratello 10: calma piatta nella casa in attesa della eliminazione di lunedì

Al Grande Fratello si e’ giunti alle fasi finali, e la eliminazione di questa settimana e’ fondamentale per determinare la griglia dei finalisti, che si contenderanno la vittoria l’otto marzo, data dell’ultima puntata.

Come e’ noto, questa settimana sono finiti in nomination Alberto, Cristina, Maicol e Mauro.

Per Alberto e Maicol si tratta della prima volta e questo per un risvolto negativo del regolamento del reality, per il quale i personaggi anonimi, che niente producono in termini di dinamiche all’interno della casa arrivano tranquillamente alla fase finale, solo perche’ non sono in grado di lasciare il segno di nenssun modo.

Per eventuali future edizioni del Graned Fratello sarebbe auspicabile studiare modifiche regolamentari che prevedono nomination per i personaggi, che meno si espongono e vivono la casa come un periodo di ferie sotto le telecamere.

Stando alle risultanze di numerosi sondaggi presenti in rete dovrebbe uscire Maicol, il quale sin dall’inizio si e’ caratterizzato per un atteggiamento infantile al limite della demenza. Oscuri sono i motivi per cui e’ stato selezionato, forse gli autori pensavano che avendo una forte personalita’ avrebbe potuto imprimere una svolta’ delle dinamiche all’interno della casa capace di far presa sul pubblico omosessuale.

Cristina e’ un altro personaggio la cui presenza all;interno della casa e’ un mistero e che va avanti solo perche’ i personaggi piu’ forti si sono fatti la guerra a colpi di nomination.

Alberto, almeno, ha dato qualche segno di vita, seppur in modo molto plastico, quasi all amoviole si potrebbe dire.Comunque ha dato luogo ad una storia d’amore con Mara e si e’ dato da fare per organizzare le questioni pratiche all’interno della casa.

Di Mauro si e’ detto tutto: e’ il vero vincitore del Grande Fratello 2010, puo’ ambire ad avere un futuro mediatico di un certo impatto, considerando la gran mole di movimento che ha saputo smuovere con il suo essere dentro la casa piu’ famosa d’Italia.

Alla resa dei conti si giunge, in modo molto soft, dato che nella casa c’e’ calma piatta.

Troppo forte la personalita’ di Mauro rispetto a quella dei coinquilini rimasti.

La noia resta sovrana.

Su questo gli autori dovrebbero riflettere e studiare i correttivi necessari.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *