Grande Fratello 10: Mauro Marin “toppa” con Jill Cooper

Freddo calcolatore o disarmante sempliciotto di provincia? E’ questo il dilemma in merito alla condotta del trevigiano all’interno della casa del Grande Fratello 10.

Il ritorno di Jill Cooper ha rappresentato l’occasione per Mauro di mettersi, ancora una volta, in mostra agli occhi del pubblico.

E’ successo che il trevigiano abbia espresso un apprezzamento poco ortodosso alla splendida personal trainer dicendole che a letto lei dovrebbe essere un portento e fare di numeri di alta scuola, evento, questo, che ha scatenato un putiferio

Veronica e’ andata in confessionale a sottolineare la caduta di stile di Mauro, il quale, a suo giudizio, si e’ reso protagonista di una delle peggiori offese che possano essere fatte ad una donna. Anche Alberto ha sentito il bisogno di sottolineare, nel chiuso del confessionale, la bassezza del comportamento del salumaio piu’ famoso d’Italia.

Mauro Marin ha cercato di farfugliare qualche tentativo di giustificazione dicendo ai suoi coinquilini che Jill Cooper ha 41 anni, come dire che, a sua opinione, data l’eta’ a quella donna si possa chiedere,tranquillamente, informazioni sulle sue prestazioni sessuali.

Ad un certo punto si deve essere conto che questa cosa avrebbe potuto ledere la sua immagine ed e’ andato a scusarsi in confessionale.

Ora i casi sono due: o Mauro e’ un freddo calcolatore e allora ha voluto , ancora una volta, lasciare il segno con una carnevalata di dubbio gusto oppure e’ uno scemotto capitato per caso in un contesto del quale non ci capisce nulla.

Si dovrebbe propendere per la prima ipotesi, dal momento che deve essersi reso conto di avere fatto una gaffe e ha cercato di riparare farfugliando scuse poco convinte nel confessionale.

In ogni caso Mauro Marin e’ protagonista nel bene e nel male in questa edizione del rality, come testimonia il dibattito di domenica cinque nel quale tanto Massimo Scattarella, quanto George Leonard lo hanno definito un personaggio falso, il cui unico scopo e’ giocare per vincere il montepremi finale.

Puo’ essere una chiave di lettura della condotta del trevigiano all’inteno della casa: cercare di avere i favori del pubblico infischiandosene altamente dei suoi coinquilini e della qualita’ dei legami che avrebbero potuto nascere nella evoluzione del reality.

Un calcolatore, freddo ed egoista, il quale ha il solo scopo di conseguire la vittoria del montepremi, in qualunque modo con qualsiasi mezzo,

4 Comments

  1. debbyferra89 16 febbraio 2010
  2. andrea 16 febbraio 2010
  3. obblio 17 febbraio 2010
  4. francesca 27 febbraio 2010

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *