Grecia in fiamme: i ricchi scappano

Dopo le prime avvisaglie di crisi dei mesi scorsi  e le “tarantelle tedesche” su aiuti si, aiuti no, il bubbone greco è oramai esploso in tutta la sua purulenza. Il contagio, nonostante l’arrivo tardivo degli “infermieri della UE e dell’FMI” si sta oramai espandendo per tutta l’Europa.

Il popolo greco non ci sta a pagare per dieci anni un debito di oltre 120 miliardi di euro contratto al solo scopo di salvare il Paese dal Default ma più precisamente per salvare le banche che hanno acquistato i bond greci e che lucreranno su questa disgrazia.

Le ricche famiglie greche hanno capito dove questo può portare e stanno provvedendo a mettersi in salvo. Un fiume di denaro è stato già prelevato dalle banche greche nei mesi precedenti l’aggravarsi della crisi. Solo in Gennaio e Febbraio 2010 sono stati ritirati dalle casse delle banche  elleniche 8 miliardi di euro. Ma dove è finito questo denaro.

Ebbene almeno in parte è stato utilizzato per acquistare case di lusso a Londra. Da Aprile infatti i prezzi delle case che costano dal milione di sterline in su è aumentato del 21 % a causa della forte richiesta delle ricche famiglie greche  alla ricerca di investimenti sicuri al di fuori della loro nazione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *