Halloween: Che cosa festeggiamo?

La notte del 31 Ottobre è ormai anche per noi Italiani la “notte delle streghe”.

Come vuole la tradizione si intagliano zucche e vi si pongono all’interno dei lumi accesi, perchè si dice che durante la notte gli spiriti cerchino anime umane. La zucca illuminata servirebbe come deterrente proprio per allontanare questi spiriti.

Ok, questa è la tradizione… ma qualcuno sa perchè? Partiamo dal fatto oggettivo: la festa di Halloween è una festa di origine pre-cristiana ma ormai tipicamente statunitense e canadese. Fu bandita nei primi anni del 1900 in America perchè era una festa che portava a gesti di anarchia (dato che nella notte si tendeva a svolgere atti di vandalismo per le vie delle città). Fu reintegrata per tenere alto il morale delle truppe dell’esercito americano durante la seconda guerra mondiale, sostituendo gli atti di vandalismo con goliardici scherzi.

La Chiesa ritiene addirittura che sia una festa satanica… (beh in effetti le zucche illuminate a festa fanno pensare al diavolo… mah!)

Allora perchè anche noi festeggiamo?

Diciamo che abbiamo iniziato a scopiazzare questa festa per sentirci un pò più internazionali…  e poi come tutte le cose, da bravi imprenditori quali siamo, l’abbiamo trasformata in un business bello e buono. E così via con le zucche dappertutto e i costumi da mostro o da strega sparsi per le strade e indosso a bambini che non sanno cosa stanno festeggiando ma si adeguano felici (per fortuna!)… Il risultato? Beh… un mezzo Carnevale anticipato di 4 mesi.

Ma in un paese come il nostro in cui siamo continuamente educati ad aver paura del prossimo in ogni posto… (per strada, nella metropolitana…) ed in cui siamo stati educati fin da bambini a “non accettare caramelle da uno sconosciuto” come si reagirebbe a una persona mascherata che in piena notte ci suona alla porta per chiederci “dolcetto o scherzetto”?

Ai posteri l’ardua sentenza…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *