I dati sui redditi del 2008: piangono gli orefici, bene i macellai!

Che L’Italia sia il paese delle contraddizioni è noto a tutti da tempo ma dopo aver visto i dati elaborati per gli studi di settore qualche perplessità in più viene eccome.

Per molti, infatti, potrebbe essere starno che un orefice guadagni, in media, meno di un macellaio o che il gestore di un impianto sportivo possa guadagnare meno di un impiegato part-time.

Secondo i dati resi noti ieri, frutto delle statistiche dei redditi elaborate dagli uffici competenti per gli studi di settore relativi all’anno d’imposta 2008 le cose vanno proprio così.

Insomma in un’economia basata sempre più sul consumo in cui si va avanti grazie a prestiti e finanziamenti di ogni genere è normale che un parrucchiere possa dichiarare di guadagnare meno di 12 mila euro all’anno e rientrare nei canoni degli studi di settore.

Ora che gli ultimi anni siano stati disastrosi per le piccole attività è un dato di fatto, ma certi dati lasciano davvero a bocca aperta.

Ecco i redditi medi di alcune categorie:

– pescatori: 2.100 euro;

– gestori di impianti sportivi 4.800 euro;

– parrucchieri 11.400 euro;

– orefici 14.300 euro;

– macellai 16.000 euro;

Da tutto ciò è chiaro dedurre che conviene fare i macellai piuttosto che vendere gioielli o prendere in gestione un centro sportivo con campi da calcetto, piscine e palestre super attrezzate… misteri italiani!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *