I genitori di Yara fanno un appello: “ridateci nostra figlia”

A poco più di un mese dalla scomparsa da Brembate di Sopra di Yara Gambirasio, la ragazza di tredici anni che non ha fatto più ritorno a casa dopo gli allenamenti nella palestra situata poco distante da casa sua, le ricerche sono ancora vane e gli inquirenti non hanno ancora individuato una pista da seguire.

Ma negli ultimi giorni di una cosa sono certi, che molto probabilmente la ragazza è ancora viva ed è rinchiusa da qualche parte. E di questo sono convinti anche i genitori di Yara, che questa mattina in una conferenza stampa hanno lanciato un appello a chi tiene rinchiusa la ragazzina.

“Siamo convinti che Yara sia viva , ridateci nostra figlia ” – hanno detto in una breve conferenza con i giornalisti durata pochi minuti. “Noi imploriamo la pietà di quelle persone che trattengono Yara e dopo averla guardata negli occhi le aprano quella porta o quel cancello che la separa dalla sua libertà” – hanno detto pieni di dolore.

Intanto le ricerche da parte degli inquirenti proseguono a 360° senza tralasciare nulla al caso e stanno cercando di ricostruire cosa è successo in quei pochi minuti in cui Yara, uscita dalla palestra avrebbe dovuto ritornare a casa, distante poche centinaia di metri.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *