I Playoff NBA arrivano alle finali di conference

Nella notte italiana (ore 2:30) partiranno le finali di conference che stabiliranno i team che si contenderanno il titolo NBA.

Thunder e Spurs si contenderanno il titolo a Ovest

A Ovest il granidssimo talento di Oklahoma City contro l’esperienza e le spaziature di San Antonio, che avrà il fattore campo a favore forte del miglior record in regular season. Serie che si preannuncia spettacolare ed equilibratissima. La chiave nelle difese: si sa che senza non si va da nessuna parte a questi livelli. Quella balbettante di Oklahoma è attesa al salto di qualità: all’atletismo di Ibaka devono affiancarsi Perkins e Collins a chiudere l’area, mentre nel reparto esterni non potrà bastare solo Sefolosha. Viceversa quella eccellente degli Spurs deve dimostrare di poter reggere l’impatto delle tre stelle dei Thunder in tutto l’arco della serie. L’esperienza di Fisher giocherà un ruolo fondamentale per non mandare fuori giri un attacco basato sulle spiccate individualità di Durant, Westbrook e Harden. Sulla sponda Texana sarà importantissima la tenuta di Duncan e Ginobili in una serie di certo lunga e fisicamente impegnativa. Se Parker rimane il giocatore di riferimento in attacco, sarà importante verificare cosa possono dare giocatori come Green, Leonard, Splitter e lo stesso Diaw in una semifinale NBA. Pronostico: 4-3 Spurs

Rajon Rondo e LeBron James, due stelle attese nella finale di eastern conference

A Est di fronte Heat e Celtic. L’infotunio di Bosh rischia di pesare molto sulle spalle di Miami: senza di lui il reparto lunghi manca di pericolosità offensiva e Garnett avrà la libertà per concentrarsi sugli aiuti. Sarà importante capire quando e soprattutto in che condizioni l’ex Raptor potrà tornare sul parquet. Una delle chiavi saranno i tiri da fuori dei vari Miller, Chalmers, Battier oltre che, naturalmente, la prestazione delle due superstars James e Wade. Dall’altra parte tutto passa dalla vena di Rondo: se gira lui, girano anche i Celtic. La dimostrazione nella serie con Phila, durata forse più di quanto Boston si augurasse. Prorpio il fattore stanchezza non è da trascurare: la carta d’identità delle stelle biancoverdi parla chiaro; giocare sette partite, tutte abbastanza combattute contro una difesa appiccicosa potrebbe avere lasciato più di una scoria. Pronostico: 4-2 Heat.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *