Il barboncino

Ottima razza da compagnia, del tipo braccoide, forse di origine francese ma senza certezza, è famoso nell’Europa occidentale da più di 400 anni come cane da ferma; di fatto e fino a non molto tempo fa, era impiegato nella caccia all’anatra.

il barboncino nano

il barboncino nano

Il barboncino ha molti aneddoti da svelarci.

Per Luigi XI era considerato un cane portafortuna, un cane giocoliere e rallegrava speso la Corte.

Giuseppina Beauharnais, la moglie di Napoleone Bonaparte, era famosa per il troppo amore verso il suo cane barboncino.

I barboncini, tra tutti i cani sono i migliori nell’apprendimento ed hanno innate capacità ed abilità nel gioco, ecco perchè vengono sempre usati come attrazione nei circhi. il-barboncino-medio

Il cane barboncino è molto intelligente, è affettuoso e vigile, ha una testa proporzionata al corpo, affilata, ben scolpita e con portamento alto; il cranio ben modellato; un muso solido non appuntito, orecchie larghe e lunghe, con attaccatura bassa e ricadenti piatte lungo le guance, ricoperte di peli ondulati e lunghi; ha gli occhi a mandorla e molto scuri e distanziati; il tartufo e le labbra sono, in genere, di colore nero; le guance sono piatte.

il barboncino grande

il barboncino grande

Il pelo può essere riccio o cordato, può essere nero, bianco, marrone, grigio.

Il corpo si presenta con torace profondo, dorso corto e lombi muscolosi.

La coda ha attaccatura alta ed è portata leggermente piegata all’indietro; è d’uso accorciarla un terzo della sua lunghezza, tranne che nei barboni cordati in cui può essere lasciata nella sua lunghezza naturale.

Le zampe sono belle diritte e muscolose: i piedi piccoli e compatti, hanno le dita arcuate, i polpastrelli larghi e le unghie scure.

I Barboni possono essere nani (di sotto a 35 centimetri al garrese), di media grandezza (da 35 a 45 centimetri), di grande mole (da 45 a 55 centimetri), è questa la varietà normale che in genere si dimostra più sana e robusta.

Le tre varietà hanno il vantaggio di non mutare il pelo, che cresce molto rapidamente e va tosato spesso.

Di temperamento vivace e di buon carattere, il Barboncino, ha il senso del riporto ed ha sensibilissimo fiuto trovando con facilità oggetti e persone. ha una acuta memoria delle località in cui è passato precedentemente tanto da ritrovare la strada del ritorno anche a distanze notevoli.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *