“Il giorno in più”, i buoni sentimenti di Fabio Volo

Gioca d’anticipo Fabio Volo con il suo film “Il giorno in più“, esce nelle sale prima dei fortunati cinepanettoni in programma per Natale.

Il giorno in più” è la trasposizione cinematografica del medesimo best-seller che dal 2007 a oggi ha venduto un milione di copie.

Il film di Volo è una commedia sentimentale divertente, ma prevedibile. Non sorprende per l’originalità della storia, quanto nel modo in cui è presentata. Non somiglia, infatti alla commedia italiana è molto più vicina agli studios hollywoodiani. Non a caso la maggior parte del film è ambientato negli USA.

Giacomo (Fabio Volo) è un eterno ragazzo, bravo nel suo lavoro, con le donne e con una vera e propria allergia per qualsiasi legame affettivo e sentimentale. Tutto cambia quando, un giorno sul tram incontra Michela (Isabella Aragonese) che lo emoziona. Finalmente riesce a parlarci e ad uscire con lei. Ormai tutte le sue convinzioni sono cambiate grazie a quell’incontro, ma Giacomo scopre che lei è in partenza per New York dove ha avuto un importante lavoro. Il protagonista decide di raggiungerla a sorpresa.

Una storia che commuove e diverte allo stesso tempo, e aiuta gli spettatori a riflettere sui i sentimenti comuni.

I presupposti per il successo al botteghino sembrano esserci tutti, nonostante la severità di alcuni critici che non comprendono il successo di Fabio Volo nè come scrittore, nè come attore. Per quel che se ne dica Volo è una persona di successo (5 milioni di copie in romanzi!), rimasta umile e modesta, che riesce ad attirare in libreria milioni di persone che senza di lui probailmente non avrebbero mai comprato un libro. Questo non è poco!

Una curiosità? Volo avrebbe voluto anche dirigere il film, dopo averlo scritto e interpretato. In seguito la regia è stata affidata a Massimo Venier. Autore, attore, regista, forse è troppo anche per lui? Almeno per il momento!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *