Il Giro d’Italia 2011 riparte nel ricordo di Weylandt

Questa mattina è ripartito il Giro d’Italia 2011 dopo la notizia sconvolgente della morte del belga Weylandt giunta ieri pomeriggio dopo la caduta. E lo ha fatto ripartendo tutti insieme nel ricordo di questo ragazzo della Leopard.

Ma la tappa di oggi che va da Genova Quarto dei Mille sino a Livorno non è stata una tappa con un arrivo finale, ma una passerella per ricordare l’amico scomparso. Infatti non c’è stata competizione, e le squadre tutte insieme hanno deciso, di lasciare il traguardo alla squadra della Leopard che è giunta a Livorno davanti a tutti ed abbracciati.

Molti di loro erano commossi e a stento riuscivano a trattenere le lacrime, e alcuni corridori come il suo miglior amico Tyler Farrar hanno annunciato che questa sera abbandoneranno la corsa rosa perchè troppo grande il dolore. Ma da domani si comincia a fare sul serio perchè la gara deve continuare e perchè i corridori vogliono ritornare a fare il lavoro che sognano.

Intanto quest’oggi è stata eseguita l’autopsia sul corpo del povero 26 enne ed il medico legale ha dichiarato che Weylandt è morto praticamente sul colpo, senza soffrire, per colpa del forte trauma cranio-facciale dovuto all’impatto con l’asfalto.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *