Il Ministero dell’Economia: il 49% degli Italiani guadagna meno di 15mila euro l’anno

Fanno discutere i dati resi noti  dal Dipartimento delle Finanze del ministero dell’Economia sul reddito degli italiani. Secondo le dichiarazioni fiscali del 2011 il reddito medio lordo degli italiani  è pari a 19.250 euro annui, ma solo il 51% supera la soglia dei 15.000 euro,  mentre ben un terzo dei contribuenti non supera i 10.000 euro lordi. Per quanto concerne la distribuzione geografica dei redditi si conferma al primo posto la Lombardia con un reddito lordo annuo pari a 22.710, mentre il fanalino di coda resta la Calabria 13.970.

Il dato tuttavia che ha maggiormente scosso l’opinione pubblica è il divario esistente tra il reddito degli impreditori e lavoratori dipendenti, i primi hanno dichiarato circa 18.270 euro l’anno rispetto ai 19.810 dei subordinati. Chiudono in coda i pensionati con 14.980 euro l’anno.

Non manca chi comunque che ritiene la pubblicazione dei dati “grezzi” sui redditi degli italiani una mossa per alimentare le tensioni sociali tra datori di lavoro e dipendenti, infatti nel conteggio dei redditi dei lavoratori dipendenti sarebbero stati inclusi gli emolumenti dei magistrati, medici del Servizio Sanitario Nazionale, manager pubblici ecc. che indubbiamente innalzano la media. D’altro canto l’evasione fiscale resta una grossa piaga del nostro paese ed è attualmente stimata nel 2009 pari a 180 miliardi di euro, la più alta dell’Eurozona.

L’Agenzia delle Entrate comunque ha annunciato che il giro di vite, iniziato con il famoso Blitz a Cortina, continua e che da Giugno partirà un nuovo redditometro che renderàpiù dura la vita degli evasori.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *