Il ministro Prestigiacomo interviene sulla nave dei veleni di Cetraro

Il ministro Prestigiacomo interviene sulla nave dei veleni di Cetraro. Al largo delle coste di Cetraro, borgo calabro in provincia di Cosenza, è stato scoperto un relitto su cui si sono concetrate le indagini della Procura Nazionale Antimafia.

Il relitto sembrava essere infatti una cosiddetta “nave dei veleni”, affondata con chissà quale carico per cause non conosciute. Mentre il Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del Mare certificava che il relitto poteva essere attribuito al piroscafo Catania affondato nel 1917, alcune indagini svolte dal giornalista Lannes ridavano credito alla teoria della nave dei veleni.

Il Ministro Stefania Prestigiacomo interviene sulla vicenda per darne una spiegazione ufficiale, proprio dalle pagine del sito di suddetto ministero in cui si chiariscono le dinamiche dell’incidente che ha causato l’affondamento della nave al largo di Cetraro:   piroscafo Catania, costruito nel 1906 della “Società Marittima Italiana” che risulta affondato il 16 marzo del 1917, 15 miglia a largo di Belvedere Calabro (oggi Belvedere Marittimo), silurato da un sommergibile.

Il naufragio causò la morte di 67 membri dell’equipaggio e di 14 passeggeri.   Il ministro Prestigiacomo comunica inoltre che Sono parimenti a disposizione di tutti, oltre che visionabili sul sito del Ministero, i filmati sottomarini della “Mare Oceano” e tutti gli altri documenti in possesso del Ministero sulla vicenda “Nave dei veleni”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *