Il ministro Scajola si è dimesso

E’ notizia di pochi minuti fà, anche se era nell’aria già da qualche giorno, il Ministro Claudio Scajola ha dato le sue dimissioni, lo rende noto lui stesso tramite una nota:

“In questa situazione che non auguro a nessuno io mi devo difendere, e per difendermi non posso continuare a fare il ministro come ho fatto in questi due anni”.

Scajola continua ad affermare la sua totale innocenza ed “estraneità” circa la vicenda che lo vede complice da qualche giorno, ovvero l’acquisto di una casa nel centro di Roma, possibilmente avvenuta con fondi neri.

Scajola continua dicendo che non è indagato e che prima o poi la sua vicenda verrà chiarita e la verità sarà davanti al cospetto di tutti; le conferme circa il fatto che al momento non risulta essere indagato arrivano anche dal Procuratore, Federico Centrone di Perugia.

Per quale motivo dunque Scajola avrebbe dato le sue dimissioni?

Lui stesso risponde ed ammette che un politico non può abitare in una casa comperata in parte anche da altri, ed è questo il motivo principale del doppio abbandono, casa e politica.

Durante le dimissioni Claudio Scajola continua: “Sono vittima di una campagna mediatica senza precedenti, che non dà tregua né respiro”.

Riguardo l’abbandono obbligato della casa di Via Veneto (Roma centro) dice che lo fa “con grande sofferenza”..

L’ormai ex-ministro continua: “Ho imparato nella mia vita che la politica dà sofferenze, ma ho anche imparato che sono compensate da soddisfazioni. Sò che tutti i cittadini hanno grandi sofferenze e non penso quindi che io solo sto soffrendo, ma mi trovo esposto ogni giorni a ricostruzioni giornalistiche contraddittorie”.

Come finirà questa vicenda? Chi avrà ragione e chi torto? Lo vedremo…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *