In aereo con un bebè

Viaggiare in aereo con un bebè non è affatto complicato.

Le compagnie aeree applicano tariffe molto convenienti per i bimbi di età inferiore ai 2 anni. In genere il costo si aggira per intenderci intorno ai 20 euro comprensivi di andata e ritorno. Tuttavia è possibile far viaggiare un solo bimbo per adulto, che dovrà tenerlo in braccio per tutta la durata del volo perchè non è possibile in alcun modo riservare un posto per il piccoletto.

Per i neonati, che possono viaggiare a partire da 7 giorni di età, è possibile richiedere una navetta nella quale alloggiarli.

Tutte le compagnie aeree, anche quelle low cost vi consentono di portare il passeggino fino alla scaletta di imbarco o fino al portellone di accesso all’aereo. Il trasporto del passeggino è gratuito e vi verrà restituito al momento di scendere dall’aereo.

E’ consentito portare alimenti per i bimbi all’interno dell’aereo, perciò è particolarmente importante che vi portiate un biberon con succo, camomilla, the o quello che è abituato a bere il bebè. Farlo succhiare durante le fasi di decollo e di atterraggio infatti aiuta le orecchie ad affrontare il repentino cambio di altitudine, che sebbene la cabina sia pressurizzata, può “tappare le orecchie”, un fenomeno diffuso quanto fastidioso. Farli bere poi è molto importante anche per compensare la disidratazione dovuta all’aria condizionata.

Ricordatevi, inoltre che proprio per l’aria condizionata è importante che li vestiate a cipolla, o che almeno portiate una copertina per coprirli durante il viaggio perchè in genere in aereo c’è freddo, anche ad agosto con 30°C di temperatura esterna.

Molto utile anche cospargerli con una buona crema idratante sia prima che dopo il viaggio proprio perchè la loro pelle delicata non soffra la disidratazione dovuta al raffrescamento della cabina.

Infine portate con voi almeno un gioco per distrarli durante il volo… Buon viaggio!

[ADSENSE]

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *