In fumo la città delle scienze

Il gioiello culturale di Napoli, la Città delle Scienze è andata in fumo.

L’incendio, sviluppatosi ieri sera., ha distrutto tutti i padiglioni, lasciando in piedi sole le mura perimetrali.

La struttura che vantava trecentocinquantamila visitatori all’anno, in massima parte scolaresche da tutto il sud d’Italia, giace in cenere in riva al mare.

Laddove un tempo bruciavano gli alti forni, adesso è bruciato uno dei sogni di riscatto della città partenopea.

L’incendio non ha fatto vittime, il lunedì è il giorno di chiusura della struttura, ma ha ferito profondamente la città.

Non si esclude il dolo, e questo rende ancora più tragico l’accaduto. Quale messaggio si cela dietro l’incendio, chi sono e perché colpiscono un modello di cultura.

Ma i napoletani sono decisi a non lasciarsi intimorire, già su facebook è partito il gruppo Save City of Science, che intende mobilitare non solo le coscienze, ma anche i portafogli dei partenopei per ricostruire nel più breve tempo possibile la città delle scienze.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *