Inci: quello che dobbiamo sapere e non abbiamo mai chiesto

Quanti di noi, navigando in internet, si sono imbattuti in questa parola? Esattamente di cosa si tratta?

L’ inci, o meglio International Nomenclature of Cosmetics Ingredients, non è altro che l’elenco degli ingredienti cosmetici presente nei prodotti che compriamo.

Tendenzialmente si sta acquisendo più consapevolezza verso tutti i cosmetici che utilizziamo, se prima infatti non avevo mai letto l’etichetta di un prodotto ora sono decisamente certa di non usare sostanze potenzialmente dannose per il mio organismo.

Vi siete mai chiesti perchè su di voi un prodotto non “funziona” o è efficace solo nel periodo del trattamento? La risposta potreste trovarla proprio leggendo l’ inci.

Gli ingredienti di origine vegetale che non hanno subito processi chimici vengono trascritti con il loro nome botanico in latino e la parte di essi utilizzata, in inglese es: Butyrospermum Parkii Butter ( burro di Karité), i componenti invece sottoposti a processo chimico sono totalmente in inglese: Hydrogenated Lanolin; con la sigla CI vengono indicati i coloranti seguiti da dei numeri identificativi.

Dato che,  giustamente, non siamo tutti geni della chimica è doveroso consultare il biodizionario, un dizionario on line per gli ingredienti dove ognuno di loro è contraddistinto da 3 colori diversi.

Il pallino verde indica che l’ingrediente è accettabile, se ne compaiono due ancora meglio, un pallino giallo è segno che siamo ancora nella giusta via, ma la stiamo per smarrire (generalmente i pallini gialli sono “perdonati” all’interno di un composto se si trovano nell’ultima posizione della lista, sta ad indicare questo che ne è presente solo una piccola percentuale), il pallino rosso indica un componente pericoloso, se ve ne sono due sarebbe proprio sconsigliato l’uso.

Questi per esempio sono gli ingredienti riscontrati in un semplice stick labbra: paraffinum liquidum, paraffin, isopropyl myristate, ceresin, lanolin, cera alba, carnauba, ethylhexyl methoxycinnamate, cetearyl alcohol, parfum, limonene, linalool, CI 45430.

Dopo aver cercato tutti gli ingredienti il risultato è stato che soprattutto all’inizio dell’elenco e quindi con una percentuale maggiore, vi sono pallini rossi e gialli, i verdi, quindi quelli naturali, sono solo verso la fine e in percentuale minore. In totale abbiamo 6 pallini rossi, 3 gialli e 3 verdi. Basta saperlo, ora a voi la scelta!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *