Incidente concerto Laura Pausini: la “maledizione” dei palchi

Ma cosa sta succedendo? Dopo le notizie degli ultimi tempi senbra di essere tornati indietro.

Purtroppo a causa di spiacevoli avvenimenti riguardanti crolli di palchi su cui si esibiscono artisti di tutto punto fa riflettere.sembra di rivivere “la maledizione di Tutankamon”. Un altro giovane operaio di Reggio Calabria si aggiunge alla lunga sfilza di persone morte sul lavoro ed è tragedia.

Dopo il caso del crollo del palco allestito per Jovanotti a Trieste nel quale è rimasto vittima un operaio ventenne è cronaca odierna che purtroppo vi è un seguito doloroso. Il palco che si stava preparando per il concerto di Reggio Calabria dell’artista Laura Pausini è venuto meno provocando un morto: un operaio trentenne e  due feriti non gravi.ora mi chiedo come sia possibile questa cosa.

Perchè ancora oggi con tutte le progettazioni,gli architetti, i tecnici e  gli studi vari possano avvenire tragedie del genere. Sono fatti di cronaca che sconvolgono totalmente e che lasciano senza parole. Com’è possibile che ci siano tante morti bianche? In quest’epoca così difficile e dove trovare lavoro sembra quasi un’impresa queste ulteriori vicissitudini si aggiuncono al dolore di tutti.questi giovani ragazzi  sono state vittime del proprio impegno e questo nel 2012 non dovrebbe capitare.

Mi stringo col cuore alle famiglie di tuttin coloro che hanno subito queste gravissinme perdite e mi auguro che si possano trovare e studiare tutte le soluzioni affinchè il lavoro non sia una “roulette russa” ma un luogo sicuro e affidabile. Dobbiamo considerarci tutti al lutto per questi ragazzi e non solo per tutti coloro che uscendo al mattino per lavoro purtroppo non fanno ritorno a casa.

E sottolineo che tutto questo non dovrebbe accadere.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *