Iran, attrice Marzieh Vafame: 90 frustate per un film!

2011, Iran: 90 frustate all’attrice Marzieh Vafame per aver girato il film “My Teheran for Sale”.

La giovane attrice è stata incriminata e condannata per il film che la vede protagonista. La libertà di espressione e la mancata diffusione delle informazioni – che per noi pare di assoluta normalità – in Iran fanno ancora parte di una sfera per intoccabili.

Come nel film, Marzieh si trova dover girare di nascosto, ad imparare le parti e recitare in totale clandestinità. Il film non aveva avuto la necessaria autorizzazione alla proiezione in Iran e veniva distribuito illegalmente.

«Marzieh Vafamer è stata condannata a un anno di prigione e 90 colpi di frusta», si legge su Kalame.com, secondo cui l’avvocato della donna ha presentato appello contro la condanna.

Di sicuro se questa pellicola, che sarebbe passata inosservata al grande pubblico europeo, ora diviene il simbolo di quella “libertà vo cercando” che è stata capace di abbattere il muro di Berlino e vincere contro il Socing.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *