iTap, iPad, iSlate, iTablet: lo sapremo tra qualche ora!

E’ certamente l’oggetto più desiderato del momento e più atteso di questo inizio decennio, il Santo Graal dell’Informatica e dell’era futura che è proiettata verso la tecnologia Touch, come ne sono esempi illustri il caro e quasi vecchio iPod, per intenderci quello con la “rotellina” poi evolutosi in touch appunto, l’iPhone e ora tocca anche ai pc-desktop, o meglio ai Tablet…

Ma questo che sta per essere presentato non è il solito computer touch, perchè non è il primo, voglio ricordare che questa tecnologia è già stata sperimentata e,seppure adottata per una cerchia ristretta di persone, utilizzata e in più, lasciatemi aggiungere, “re-inventata”, non che debba elogiare l’azienda dalla Microsoft.

Esatto, la concorrente spietata aveva e ha tuttora la sua arma segreta “touch”Surface, ma non è un computer: è un piccolo tavolino da salotto dotato di uno schermo abbastanza grande che riesce ad interagire in multi touch per mezzo di videocamere situate all’interno e non con il semplice tocco delle dita, ed effettuare una dozzina di operazioni commerciali e non.

Il sistema operativo alla base è chiamato anche Microsoft Surface basato su Windows Vista (e già questo la dice tutta…) E’ chiaro che questo tavolino da un migliaio di dollari non è alla portata di tutti sebbene Bill Gates l’abbia ideato “per primo”.

Dunque Steve Jobs ci riporta nel suo mondo, una sorta di “Alice in Wonderland” – “Steve nel Paese delle Meraviglie” – dove ogni sogno degli informatici diventa realtà e funziona tutto per davvero in questo mondo, a differenza di quello reale, visto in prima persona, oltre le quattro finestrelle colorate e a volte piene di Blue Screen of Death.

Cosa presenterà tra qualche ora? TOP SECRET, ma certamente potremo dire di essere arrivati a un ottimo traguardo nell’era dell’Informatica grazie a persone come Steve Jobs!

Vi Rimando a domani per commentare insieme l’atteso gioellino Apple!

iPad, iTablet , iBoobs, iShit, anche se per me si chiamerà iTap….grazie lo stesso Steve!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *