Jet-lag o Sindrome da fuso orario

Jet_lagUno strano malessere che avvertiamo dopo lunghi viaggi che attraversano diversi fusi orari, un senso di nausea o magari di inappetenza, difficolta’ nella concentrazione ma anche irascibilita’ e disturbi del sonno, tutti sintomi della cosi’ detta “Sindrome da fuso orario” quella che americani e inglesi chiamano “Jet-lag“.

Si manifesta nel caso in cui ci muoviamo in volo verso est o verso ovest quindi trasversalmente sul globo, in pratica tutte le volte che abbiamo bisogno di spostare le lancette del nostro orologio.

Proprio questa semplice operazione che facciamo e’ un simbolo chiave per comprendere cosa sia il Jet-lag. Anche Il nostro orologio biologico infatti, all’interno del sistema nervoso centrale risultera’ desincronizzato dopo il viaggio e la sua risincronizzazione non e’ un operazione breve.

Le funzioni di tale orologio sono “impostate” attraverso un ritmo circadiano, tramite una periodicita’ giornaliera del ritmo sonno/veglia, la reimpostazione di tale periodicita’ impiega mediamente un giorno per ogni ora di fuso attraversata.

Una risposta a questo fastidioso malessere sembra possa venire da una ricerca del “The Lancet“, una pillola: “il Tasimelteon” capace di regolare i livelli di melatonina, l’ormone che regola la periodicita’ di sonno e veglia, riequilibrando tali ritmi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *