Kenya, poliziotto uccide 10 persone: raptus o malattia?

Un poliziotto ha ucciso 10 persone in 3 bar differenti. E’ successo in Kenya. L’uomo al termine di una discussione con dei suoi colleghi ha aperto il fuoco nel locale e in due altri locali nella stessa zona.

Il raptus è scattato ieri nel tardo pomeriggio quando l’uomo stava bevendo in un bar con degli amici. Sembra che al culmine di una discussione il poliziotto abbia iniziato a sparare all’impazzata. Il bilancio è stato gravissimo: 2 suoi colleghi morti e altre 8 persone uccise presenti nei locali dove l’uomo ha “sfogato” la sua follia prima di essere arrestato.

Nairobi è stata la città teatro di questo allucinante fatto di cronaca. Non è la prima volta che succede un fatto simile. Il problema è ricollegare il tutto ad un “semplice” raptus di follia, come se la follìa fosse una specie di morbo che colpisca all’improvviso le persone senza via di scampo.

Purtroppo siamo stati abituati a pensare in questa maniera, e cioè ad essere certi che tutti gli uomini abbiano una “scorta” di follia nel proprio interno che prima o poi spunta fuori rabbiosa. Come se i fortunati siano quegli uomini che passano una vita intera senza doverne fare uso. Di conseguenza secondo questa visione tradizionale l’essere umano nascerebbe malato in qualche modo.

Ecco, se riuscissimo a cambiare questa visione delle cose e se riuscissimo ad accettare il fatto che si nasce “sani” ma si diventa “pazzi”, probabilmente potremmo riuscire a capire le cause che ci portano a commettere gesti simili e perchè no potremmo riuscire a prevenire stragi simili che purtroppo continuiamo a bollare  come “raptus improvvisi”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *