La BP compra link sponsorizzati per salvare la faccia

La BP (British Petroleum) ha comprato link sponsorizzati sui maggiori motori di ricerca (Google, Yahoo! e Bing) immettono parole chiavi tipo “oil spill” o “Gulf oil spill“, appaiono i link che rispediscono ad una sezione del sito aziendale della società petrolifera, con il seguente messaggio: «Learn more about how Bp is helping».

Secondo alcuni esperti la BP spenderebbe circa 10mila dollari al giorno per il servizio di link sponsorizzati, con questa manovra tenta di recuperare credibilità, che in questi giorni sta crollando, la marea di greggio che sta riempiendo il Golfo del Messico sta farcendo calare reputazione ed valore delle azioni .

La versione ufficiale della società è la seguente: «Alla Bp vogliamo rendere più accessibili le informazioni sul disastro ecologico». Attraverso Twitter tramite l’account BpGlobalPr, con più 140 mila contatti, cosi spiegano il gesto: «Alla BP paghiamo Google un sacco di soldi per garantire che voi possiate avere le migliori informazioni possibili sulla marea nera: le nostre».

One Response

  1. hightechware 25 giugno 2010

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *