La malavita e le ronde antistupro

Il governo di centrodestra, il Governo Berlusconi ha il difetto di approvare le leggi col turbo e senza un minimo di riflessione e dialogo con l’opposizione.

E’ vero, l’ondata di violenza e stupri richiedevano una certa fretta essendo problemi che toccano noi cittadini, noi tutti, la nostra sicurezza ma fare le cose in fretta talvolta è controproducente ed organizzare ronde civili col consenso dello Stato, cioè prefetti e sindaci di città non sembra il massimo di democrazia in un paese civile come l’Italia e coofondatore dell’Unione Europea.

L’azione di vigilanza e tutela del cittadino è tutta dello Stato avendo già Polizia e Carabinieri e poi nessuno ha mai pensato che la malavita organizzata, quindi mafia e camorra potrebbero impossessarsi dell’idea di ronda per tutelare i loro già loschi interessi e per abusare dei compiti e poteri attribuiti alle ronde medesime?

Mi meraviglio dell’efficacia di questo Governo ma riflettete e dialogate con l’opposizione prima di fare le cose a vanvera e velocemente sarebbe stato più onesto ed utile. Le ronde secondo me non sono utili, sono antidemocratiche e deleterie. Io sono per la sicurezza verso il cittadino ma di quella gestita dallo stato e non dai civili, da affaristi che aprirebbero il business delle ronde e malavita organizzata.

Sarebbe un altro grande paradoso tutto italiano. Tutelarci senza che cambi nulla e travalicando lo stato di diritto. Signori benvenuti in Italietta.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *