La Roma di Luis Enrique crolla a Siena: decisivo rigore di Calaiò

Frena di nuovo la Roma di Luis Enrique. I giallorossi escono sconfitti dallo Stadio ”Artemio Franchi” di Siena per 1-0 mettendo a nudo tutti i problemi di concentrazione in difesa e la insufficiente gestione di gioco; la Roma appare ancora un’acerba squadra in costruzione.

Per quanto riguarda il Siena, complimenti a Sannino per aver messo in campo una squadra brava nel chiudersi ma altrettanto abile nel ripartire in contropiede approfittando della poca attenzione difensiva della squadra capitolina. Va a gonfie vele il duo Calaiò-Destro, e così la settecentesima gara da professionista di Francesco Totti (sostituito) è rovinata…

La Roma ha sin da subito cercato di condurre la partita ma le manovre create dal giovanissimo regista Viviani si sono tutte infrante contro il muro senese. Nella prima frazione di gara, il portiere Stekelenburg vacilla a causa delle brucianti ripartenze di Destro e Calaiò, che vanno vicini in ben 3 occasioni alla rete mentre per la Roma c’è soltanto Lamela su punizione a impensierire Pegolo.

Il vantaggio senese arriva dopo 5 minuti del secondo tempo. Vergassola fa un assist a Calaiò che mette in mezzo per Destro, bloccato con un fallo ingenuo dal difensore Kjaer, appena messo in campo da Luis Enrique per sostituire l’infortunato brasiliano Juan.

L’arbitro Rocchi assegna il penalty, che proprio Calaiò tira e realizza. Luis Enrique tenta di mischiare un pò le carte, togliendo Totti e Simplicio e inserendo Bojan e Osvaldo; Sannino invece si copre mettendo Angelo per Calaiò, Grossi per Destro. e Parravicini per Giorgi.

Gli spazi per la Roma, già ristretti, si assottigliano ancor più e prima del triplice fischio finale l’unica vera parata di Pegolo avviene all’ottantesimo minuto: il portiere senese copre il suo palo su un destro al volo di Borini e recita così la sua parte nel successo del Siena.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *