La scomparsa di Yara: un pregiudicato offre il suo aiuto

Sono passati quasi due mesi da quando si sono perse le tracce di Yara Gambirasio.

Era un venerdì sera quando la tredicenne di Brembate di Sopra uscì dalla palestra dove si allenava nella danza e da quando si persero le sue tracce.

Nel corso delle settimane si sono inseguiti sospetti e segnalazioni che, puntualmente, si sono sempre conclusi con un nulla di fatto.

Nelle ultime ore si è aggiunta a queste piste una lettera arrivata alla redazione del sito bergamonews.it e indirizzata ai carabinieri da un anonimo che si definisce un pregiudicato e persona a rischio. In una quarantina di righe si suggerisce di cercare Yara in un cantiere a due chilometri dalla palestra, fornendo numerosi dettagli sulle modalità di ricerca da adottare.

Per sua stessa ammissione l’autore sostiene di essere nel giro della malavita, ma di non sopportare chi maltratta i bambini e, a sostegno delle sue parole, promette, nel caso in cui la ragazzina venga ritrovata, di fornire dettagli anche sulla scomparsa di Pietro Camedda, militare scomparso a metà degli anni Ottanta a Novara e mai più ritrovato.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *