La UE bandisce sei sostanze nocive

La UE mette al bando sei sostanze tossiche presenti in prodotti di uso quotidiano.

I primi effetti del piano europeo denominato “REACH” si fanno sentire. Nato nel 2007, REACH, registra, di sostanze chimiche (“Registration, Evaluation, Authorisation and Restriction of Chemical substances”).

Entro il 2015 saranno bandite dal consumo in un arco temporale che andrà dai 3 ai 5 anni, tali sostanze, denominate Ftalati,  sono tossiche per la riproduzione, cancerogene, si depositano per lunghi periodi negli organismi viventi e  inquinano l’ambiente.

E già nascono le prime critiche: se le sostanze sono molto pericolose, perché i tempi per la loro eliminazione sono così lunghi?

Le troviamo tutti i giorni nelle nostre case, negli ambienti di lavoro  e nelle scuole; sono contenute nei detergenti, all’interno delle automobili, nelle copertine di libri. Si tratta di:

  • MUSK XILENE lo troviamo nei detergenti, smacchiatori, ammorbidenti e deodoranti per l’ambiente.
  • DEHP rende flessibili cavi, tubi, copertine dei libri in similpelle, adesivi.
  • BBP è un plastificante usato in pavimentazioni, inchiostri, rivestimenti in pelle, tessuti.
  • DBP usato come plastificante nel settore tessile e edile.
  • HBCDD è un ritardante di fiamma usato nelle pannellature isolanti, interni di automobili e nel settore del tessile e nei mobili imbottiti.
  • MDA è un’indurente per resine, viene usato anche negli adesivi e nell’industria della plastica.

“La decisione odierna è un esempio dell’efficace attuazione di Reach e del modo in cui si può combinare la sostenibilità con la competitività”, ha commentato il vicepresidente della Commissione UE e responsabile all’industria Antonio Tajani, sottolineando che “la decisione incoraggerà l’industria a sviluppare alternative e a promuovere l’innovazione”.

Chi vorrà venderle o usarle dovrà presentare richiesta all’Agenzia Europea per la chimica (Echa), dimostrando di avere adottato le misure di sicurezza per il controllo dei rischi o che i vantaggi per l’economia e la società sono maggiori dei rischi eventuali. Nel caso in cui siano utilizzabili sostanze o tecniche alternative dovrà essere presentato uno scadenzario per la sostituzione delle sostanze problematiche.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *