“Lasciatemi sognare….” : in aumento le entrate tributarie per i “Gratta e Vinci”

La crisi economica che ha messo in ginocchio gran parte delle famiglie italiane pare non influenzare affatto il settore delle cosiddette “lotterie istantanee” (ben più note come i famosi “gratta e vinci) : anzi, secondo i dati delle entrate tributarie relativi al primo bimestre 2012, i giochi hanno registrato un aumento del 50,8 per cento, che tradotto in cifre significano circa 120 milioni di Euro.

Certo, sono numeri che possono, in qualche modo, inizialmente sorprendere ma, se ci pensiamo, il gioco, la fortuna, la cosiddetta “dea bendata” rimane, forse, l’unico appiglio a cui l’italiano può appellarsi, per evitare di cadere nello sconforto.

Con il costo della vita che aumenta costantemente, diretta conseguenza di una pressione fiscale sempre più opprimente, “grattare” una scheda ti concede quel piccolo momento di evasione, quella piccola speranza di poter almeno migliorare la vita di tutti i giorni, anche perchè pensare di trasformarsi in un nuovo “Paperon de Paperoni” è altamente improbabile.

'lasciatemi Sognare...  ': In Aumento Le Entrate Tributarie Per I 'gratta E Vinci'

Come dar torto alla famosa campagna pubblicitaria televisiva del Superenalotto che, riprendendo un vecchio e famoso pezzo di Toto Cutugno, dice : “Lasciatemi sognare, con la schedina in mano…”; e così, “L’Italiano”, l’italiano medio, quello che fa la spesa nel discount per risparmiare 5 euro, quello che fa la fila alla pompa di benzina selfservice con lo sconto di 10 centesimi al litro, quello che tira fino a fine mese con il suo stipendio ipertassato o la pensione ridotta, con le bollette a pagare, sogna che un giorno le cose cambieranno….

I sogni, almeno quelli, nessuno ce li potrà mai togliere…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *