Le Ali Della Libertà (1994)

Le Ali Della Libertà è un film di Frank Darabont uscito nel 1994. La
pellicola è tratta dal racconto di Stephen King Rita Hayworth and the The 
Shawshank Redemption e racconta la storia di Andy Dufresne, direttore di banca
ingiustamente condannato nel 1946 a due ergastoli per l’omicidio della moglie e
del suo amante. Portato nel carcere di Shawshank, inizierà per lui un vero e
proprio calvario tra condizioni di vita pietose ed abusi di ogni genere da
parte dei secondini. Andy con il passare del tempo stringerà una forte amicizia con un carcerato di colore, Ellis Boyd Redding, soprannominato da tutti Red. Inoltre guadagnerà il
rispetto degli altri carcerati e dei sorveglianti. Le Ali Della Libertà è un
film dove la speranza gioca un ruolo fondamentale. La voglia di riscatto del
protagonista alla fine trova spazio e vince su tutto; il film diventa un
emblema del riscatto morale, della seconda possibilità offerta a colui
che sbaglia, una possibilità di redenzione che sembra impossibile e che risulta
vana nel corso degli anni (quasi 20) passati in cella da Andy. L’amicizia tra i
protagonisti è il valore chiave sul quale è improntato tutto il film e rimane
l’unico punto cardine nella vita in carcere di entrambi, una realtà che
inaridisce l’animo umano e che spesso porta alla disperazione, all’abiezione,
alla morte. Una morte spesso mostrata e paventata, che sembra l’unica soluzione
per sfuggire ad un destino che non lascia scampo, ad un ennesimo giorno uguale
a quello precedente. Darabont riesce a dare voce efficacemente ai pensieri,
alle sensazioni, agli sguardi dei personaggi in un posto che ti toglie la
voglia di parlare come la prigione. E alla fine le note dell’opera di Mozart
Le Nozze Di Figaro sovrastano i silenzi del carcere così come la libertà
trionfa sulle catene.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *