Le proprietà benefiche delle tisane

Le proprietà benefiche delle tisane (malva, camomilla, menta), sia a breve che a lungo termine, sono conosciute fin dall’antichità. Che siano realizzate con fiori o piante medicinali, queste bevande ottenute per infusione o decozione di fiori, erbe, semi e cortecce, sono rilassanti e aiutano l’organismo a depurarsi dalle tossine, a contrastare alcuni piccoli disturbi e a combattere la fame nervosa, inoltre sono degli ottimi rimedi contro la tosse secca e grassa.

Vengono preparate utilizzando piante fresche o essiccate e, a seconda della composizione, possono avere facoltà dimagranti, drenanti, lassative, anticellulite, diuretiche, digestive, sedative, antinfiammatorie.

Le bustine per infusi che si trovano comunemente nei supermercati consentono di produrre bevande con limitato potere terapeutico. Invece, i prodotti acquistati in erboristeria possono essere molto efficaci: una tisana preparata ad hoc contiene infatti, oltre all’ingrediente principe, anche uno o più adiuvanti che aumentano i suoi effetti benefici. Di fondamentale importanza, la capacità di far interagire le giuste erbe: qualora non si tenesse conto dei complessi equilibri tra le differenti piante, si potrebbe rallentare o persino annullare l’effetto benefico del preparato.

Facciamo, infine, alcuni esempi di tisane

Quella preparata con i fiori di camomilla, in quanto rilassante, viene solitamente usata per conciliare il sonno, ma può essere utilizzata anche in caso di mal di testa e mal di pancia. La camomilla, inoltre, può essere usata anche in impacchi alfine di alleviare la sensazione di affaticamento, rossore e gonfiore agli occhi.

Troviamo poi la tisana alla malva: viene adoperata in caso di tosse, mal di gola, mal di stomaco e per alleviare le infiammazioni dovute alle punture d’insetto. La tisana alla calendula viene utilizzata in presenza di tosse e raffreddore, mentre quella al tarassaco è consigliata per regolarizzare l’intestino e depurare l’organismo. La tisana alla menta aiuta ad alleviare problemi digestivi, mal di denti e infiammazioni gengivali; la tisana con l’ortica ha proprietà diuretiche e drenanti. La lavanda è usata per le sue proprietà calmanti e rilassanti, mentre la salvia per quelle digestive; la melissa, infine, aiuta in caso di stress e insonnia.

Ecco tutto quello che c’è da sapere sulle tisane e qual è l’uso più indicato.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *