Le stampanti hanno una vita predefinita?

Per i più diffusi modelli di stampante a getto d’inchiostro Canon ed Epson ciò è parzialmente vero dei chips all’interno della stampante effettuano un conto alla rovescia ad ogni stampa e/o cambio cartuccia oppure ogni pulizia testine, all’azzeramento del contatore, la stampante si rifiuta di proseguire il suo lavoro, l’unico modo per farla funzionare è farle fare una visitina in un centro assistenza.

Vediamo in dettaglio cosa succede alla stampanti e come rimediare senza ovviamente ricorrere alle costose cure dell’assistenza ufficiale della casa, dato che nella maggioranza dei casi si tratta di lavare delle piccole spugne inzuppate d’inchiostro.

EPSON

L’apparizione del messaggio “fine ciclo vitale portare la stampante in assistenza” ed il lampeggio dei due led alternativamente per le stampanti Epson vuol dire che è intervenuta la protection counter.

Per risolvere da soli senza l’ausilio di un costoso centro assistenza leggete questo articolo:

Reset protection counter per stampanti Epson

CANON

La comparsa del messaggio d’errore “L’assorbitore di inchiostro in eccesso e’ (quasi) pieno” accompagnato col il lampeggiare del led verde alternato all’arancione per 8 volte consecutive ed il successivo blocco della stampante, sta a significare che il waste ink ossia il raccoglitore dell’inchiostro usato per la pulizia delle testine e quasi pieno.

Per chi volesse da solo resettare la stampante ed svuotare il wast ink leggere le istruzioni da qui:

Pulizia wast ink ed reset stampanti Canon

Alcune raccomandazioni: aprire la stampante invaliderà la garanzia, se vi cimentate ad pulire la stampante mettete sotto di essa numerosi fogli di giornale ed usate un paio di guanti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *